Migliori Exchange per Criptovalute

Seguendo la richiesta di un nostro lettore, oggi cercheremo di elencare quali sono per noi i migliori Exchange per Criptovalute. Prima di proseguire, è opportuno fare una grande distinzione tra due categorie di Exchange. Questa suddivisione può sembrare una banalità per molti, ma per chi è alle prime armi può spesso generare grande confusione.

Ecco le due categorie
Exchange con pair FIAT/Criptovalute (Coinbase)
Exchange con pair Criptovaluta/Criptovaluta (Binance)

Oltre a questa grande distinzione, quali sono le caratteristiche di un buon exchange? Che dati vengono richiesti per la registrazione? A quanto ammontano i costi di transazione? Continuate la lettura, noi cercheremo di rispondere a tutte queste domande!

Exchange Per Criptovalute: Convertire La Tua Moneta FIAT (Euro)
Tratteremo prima gli exchange FIAT/Criptovalute non per caso. Questo tipo di transazione è la prima operazione che ognuno di noi ha fatto per avvicinarsi al mondo Blockchain, ovvero convertire gli Euro in Bitcoin o Ether. Ecco i principali:
Coinbase: a distanza di mesi tutti ne parlano con distacco. Ha commissioni decisamente sopra la media, ma è la porta principale di accesso al mercato delle criptovalute. Chi di voi non ha effettuato la prima operazione Euro/Bitcoin su Coinbase? In pochi semplici click si può settare il proprio profilo e acquistare criptomonete tramite bonifico SEPA o con una semplice prepagata come la Postepay;
The Rock Trading: ottima interfaccia, commissioni super competitive, accesso ai principali cambi e possibilità di acquistare sia con pair FIAT/Criptovalute sia Criptovalute/Criptovalute. Bonifici da/per conto corrente Italiano (Banca Sella) che permette di evitare la fastidiosissima operazione del Bonifico Estero. Il supporto clienti, anch’esso in Italiano, è il vero punto di forza di questa piattaforma. L’unico elemento che gioca a sfavore di questo exchange per criptovalute è la non altissima liquidità giornaliera;
Kraken: l’exchange più evoluto per il trading, offre ai suoi utenti più esperti la possibilità di effettuare operazioni avanzate. Le commissioni sono ottime e i volumi giornalieri importanti. Punto debole è il processo di registrazione utente che, in periodi di picco, può richiedere anche qualche settimana. Maggiori informazioni si forniscono a Kraken, maggiori sono i limiti di versamenti e prelievi giornalieri/mensili autorizzati.

Ovviamente tutti gli exchange sopra descritti possono essere utilizzati anche per il processo inverso, Convertire Criptovalute in Euro. Per registrarsi è richiesto l’invio di almeno un documento.

Exchange Per Criptovalute: Trading Tra Criptovalute
Siamo ora al secondo tipo di Exchange, che identifica l’operazione di scambiare una criptovaluta per un’altra, come esempio possiamo prendere in esame il pair BTC/NEO. Tale cambio è presente in entrambi gli exchange che vogliamo descrivervi
Binance: è il miglior exchange decentralizzato che abbiamo mai testato. Cosa significa decentralizzato? Che è basato su Blockchain! Volumi alti, i cambi sono moltissimi e la piattaforma è molto intuitiva e funzionale. Le commissioni possono essere pagate anche attraverso il loro token, il Binance Coin. Come ultima nota, vorremmo sottolineare che l’ottima qualità di questo exchange sta facendo sì che ogni nuovo token che vi venga listato sia oggetto di un importante Hype iniziale. Assolutamente da utilizzare. Ecco una guida per utilizzare Binance!
KuCoin: è senza dubbio il più Neo-Friendly exchange in assoluto. E’ possibile scambiare Gas per Neo e ha già attivato il pair NEO con molte altre Criptovalute. Inoltre KuCoin è già compatibile con i token NEP5. Un must per i Neo Fan.
Bittrex: volumi altissimi e registrazione “base” con la sola email e password. Sono presenti un’infinità di pair e spesso Bittrex accoglie i Token appena post-ICO.
Entrambe le registrazioni su questi exchange presentano vari livelli e, come prima, vale la regola che più documenti e informazioni vengono fornite, maggiori sono i limiti per i prelievi e trasferimenti di token.

Exchange Per Criptovalute: BTC/NEO
Torniamo, per concludere, al pair preso come esempio in precedenza: BTC/NEO. Per acquistare NEO dovrete prima convertire i vostri euro in BTC in uno dei primi exchange per criptovalute che vi abbiamo presentato (ipotizziamo Coinbase). Come seconda operazione dovrete trasferire i vostri BTC dal Wallet di Coinbase al Wallet BTC di Binance. Una volta a disposizione, potete procedere con l’acquisto di NEO scambiandolo con i vostri Bitcoin.

Come Creare il Logo Giusto per un’Attività

Il logo di un’azienda o di una organizzazione è di cruciale importanza, spesso sottovalutata. Quando si va ad avviare un’attività si pensa a tutto, attrezzature per ufficio, organizzazione, e quasi all’ultimo momento salta in mente, “ops, ho bisogno di un logo”, come se fosse una cosa che bisogna avere tanto per; sbagliato!
Un logo non è un disegno che bisogna avere perchè va di moda, perchè le altre aziende ce l’hanno. Un logo identifica un’attività e la rappresenta.

Anche se nulla vieta di cambiare logo nel corso della durata dell’azienda, è meglio partire con il logo giusto, e se proprio va cambiato, sarebbe meglio apportare piccole modifiche.
Molti sono contro il cambio di logo, e principalmente perchè magari si sono investiti tanti soldi per farsi conoscere tramite esso. Ma alla fine, se possibile e necessario, perchè non farlo? E’ come portare un pò di novità e freschezza.
Tante grandi aziende hanno cambiato logo, e tra i casi recenti possiamo ricordare Starbucks.

Ad ogni modo, se volete partire con il logo giusto dovete rispettare dei punti molto importanti.

Il logo deve essere scalabile. Fatto il logo, sicuramente lo riporterete su vari supporti pubblicitari e promozionali. Farete dei cartelloni, volantini, adesivi, penne e vari oggetti promozionali. La scalabilità del logo fa in modo che esso sia applicabile su qualsiasi supporto, e di qualsiasi dimenisione. Per rendere possibile ciò bisogna fare un logo semplice. Questo non significa evitare disegni e colori, ma solo che non bisogna esagerare con la grafica elaborata.

Deve essere facile da ricordare e da descrivere. La semplicità del logo torna utile anche in questo punto. Un logo semplice è facile da ricordare e da descrivere. Spesso capita di vedere dei loghi complicati, impossibili da ricordare, e quindi da descrivere.
Questo punto è importante perchè è più facile ricordare un disegno piuttosto che un nome. Quindi le persone magari vi riconosceranno tramite il logo.

Il logo perfetto è riconoscibile anche in bianco e nero. E’ importante che il logo sia riproducibile anche in bianco e nero, senza perdere le caratteristiche che lo rendono riconoscibile. Potete fare una prova facendone una fotocopia.

Non è obbligatorio avere un disegno che faccia riferimento al settore in cui si opera. Una delle prime cose che si fa quando si dà spazio alla fantasia per la creazione del logo è cercare di adattare un oggetto, qualcosa, che ricordi il settore in cui l’azienda (o l’organizzazione) opera. Non è necessario, anzi, spesso i loghi non raffigurano nulla che richiami il settore. Cercando di adattare un’idea, un oggetto, spesso si fa una forzatura, con risultati poco soddisfacenti.
Prendiamo Mc Donald’s, non si capisce quello che fa soltando guardanfo il logo, e lo stesso vale per milioni di altre compagnie di grande successo.

Fate in modo che il logo duri nel tempo. Non legate la grafica a qualcosa di attuale, e che un domani potrebbe non esserci più. Legare il logo a qualcosa, ai tempi attuali, significa dargli una scadenza.

Come Risparmiare su Tutto

Mi ci sono voluti anni per arrivare a questo concetto, ma ora che ce l’ho, guida ogni decisione finanziaria che prendo.

Il modo per risparmiare su tutto può essere riassunto in cinque semplici regole.

Non rinunciare alle cose che apprezziamo. Potrebbe essere necessario ridurre le cose che apprezziamo nel breve termine, ma non dovete rinunciare per sempre alle cose che rendono bella la vita. Facciamo un esempio. Come sapete, mi piacciono i libri. Quando cercavo di risparmiare per sanare qualche debito, ho dovuto tagliare la mia spesa sui libri, ma senza abbandonarli completamente.
Trovare il modo poco costoso per godere delle cose veramente importanti. Ci sono quasi sempre alternative meno costose per perseguire le proprie passioni. Nel mio caso, questo significava farsi prestare i libri da amici o prenderli in biblioteca.
Tagliare le cose che contano di meno. Ho scritto molti articoli su cosa sia veramente importante per me. Nel mio caso, non attribuisco alcun valore alla televisione o all’automobile. Li uso raramente. Allora, perché mai dovrei pagare un abbonamento o canone tv? Perché dovrei aprire una finanziaria per acquistare un auto?
Mai fare shopping senza sapere esattamente cosa volere. Se entrate in un negozio senza un piano, è altamente probabile uscire con qualcosa di cui non avete alcun bisogno. Questa sorta di shopping accidentale uccide semplicemente ogni genere di obiettivo finanziario.
Utilizzare la norma dei 30 giorni per ogni acquisto non pianificato. Se avete la tentazione di acquistare sotto gli effetti dell’impulso, rinviate la spesa. Invece di comprare oggi, rimandatela alla settimana prossima, o meglio ancora, il mese prossimo (30 giorni). Se desiderate ancora tutto ciò che avete posticipato, prendete in considerazione l’acquisto (sempre che ve lo possiate permettere).

Molto interessante.

Come Promuovere un Sito Offline

Quando pensiamo alla promozione di un sito o blog si aprono una serie di possibilità da fare online; iscrizione ai motori di ricerca, commenti su altri blog, presenza nei social network, e tanto altro. Queste sono le classiche tecniche di promozione per un blog, funzionano e ci permettono di raggiungere l’infinità di navigatori che ogni giorno vanno in giro sul web.

Il marketing online ha anche il vantaggio di essere gratis, veloce, immediato, anche per il fatto che per accedere al tuo sito basta cliccare su un link; ma ciò non deve farci trascurare i canali e gli strumenti classici di promozione offline.
E’ vero, per un sito l’online ha una marcia in più, ma le campagne offline sono meno costose di quanto si creda, ed in più aiutano e stabilire credibilità.

Andiamo a vedere alcuni modi utilizzati per promuovere un sito offline.

Quotidiani e Pubblicazioni Locali

Anche se siamo nell’era del web sappiamo che i quotidiani hanno ancora vita lunga. Potete promuovere il vostro sito o blog in vari modi, a seconda dell’argomento trattato. Potete comprare uno spazio pubblicitario oppure inviare ai giornalisti un articolo che gli potrebbe interessare, e vi citeranno poi come la fonte.
Quando si tratta di blog di notizie o di aziende locali, l’opzione migliore è la pubblicità o la citazione su pubblicazioni locali.

Bigliettini da Visita

In un recente incrontro di blogger professionisti tenutosi a Las Vegas, molti sono rimasti sorpresi dall’efficacia dei bigliettini. Molti amministratori di siti o blog se li sono scambiati, con un’ottima risposta.
L’efficiacia di questo strumento è come per un business tradizionale; la differenza sta nel fatto che andremo a stampare i dettagli del nostro sito.

Adesivi

Molti marchi, siti, o blog vengono lanciati con la diffusione di adesivi, ma attenti a dove li attaccate.

Eventi di Settore

C’è un evento per qualsiasi cosa e per qualsiasi nicchia di mercato. Qualunque sia l’argomento/settore del vostro blog/sito, sicuramente nei prossimi mesi ci sarà almeno un evento nel quale potrete fare promozione.
Frequentare gli eventi è importante, soprattutto per stabilire un contatto con chi vi segue.

Questi elencati sono soltanto quattro modi classici, ma è importante che voi utilizziate la vostra fantasia per trovare altri modi per farsi conoscere.

Come Iniziare con gli Investimenti in Borsa

Vuoi iniziare a investire in borsa? Sei già un investitore ma non hai ancora trovato il tuo metodo? Sei nel posto giusto!

In questo primo post vogliamo presentarti il nostro metodo per investire in borsa. Tale approccio sarà approfondito nei successivi articoli. Seguendoci e confrontandoti con noi non è detto che tuoi investimenti ti diano un profitto, ma sicuramente ti aiuteranno ad avere le idee più chiare e a riuscire nella creazione di una tua identità all’interno dei mercati finanziari.

Investire in borsa non è semplice. Fin da piccoli, superata il periodo del “voglio diventare un calciatore famoso“, in molti scatta la fase del “voglio diventare un Broker“. Quel che affascina ai più è sicuramente l’idea di fare soldi in maniera facile. In pochi però sanno che avere una strategia di successo per investire in borsa richiede tantissimo studio.

Per rendere il nostro pensiero più schematico e magari farti ragionare insieme a noi, cercheremo di evidenziarti quali sono le regole più importanti per investire in borsa.

Segui il Trend: nel mondo digitale, nello specifico riguardo l’Advertising esiste un famoso detto: “Money follows eyeballs”. Cosa c’entra? Semplice! I soldi vanno dove gli occhi guardano. Individuare un trend è fondamentale. Mai mettersi contro il mercato. Chiaro, no? La cosa fondamentale però, sulla quale in molti sbagliano, è capire cosa si intende esattamente per Trend. Quello che noi identifichiamo come Trend è una moda del momento, un interesse specifico per il quale c’è molta attenzione da parte dell’opinione pubblica, un tema che rimbalza senza un motivo ben preciso da un media all’altro, un problema o un’ esigenza specifica di una comunità o semplicemente un cambiamento che si riesce a individuare prima degli altri.

Devi essere autorevole: non è uno scherzo. Ognuno di noi è autorevole in un tema specifico. Se non ti è chiaro cosa intendiamo, ecco un esempio specifico. Sei un appassionato di Videogiochi? Bene, hai una materia nella quale sei autorevole. Questa tua passione ti porterà a informarti in maniera spontanea su quali siano le novità, i trend e i maggiori protagonisti del mercato dei videogiochi. La cosa più importante è che non dovrai fare alcuna fatica per essere sempre aggiornato. Ora ti faccio una domanda. Esiste qualche azienda quotata in borsa che si occupi di produzione/distribuzione di videogiochi? Sai già che la risposta è affermativa.

Individua il Mercato: il mercato oggetto dell’esempio precedente è in crescita? Non sei un analista? Lo sospettavamo. In pochi possono definirsi analisti. Esistono però mercati che in determinati momenti non hanno bisogno di essere analizzati da esperti. Sembra strano, hai bisogno di alcuni esempi. Cybersecurity, Inquinamento, Veicoli Elettrici, Banda Larga e connessioni Internet, mercato Digitale, Biotecnologie, Intelligenza Artificiale. Potrei continuare. Ma penso tu abbia capito a cosa mi riferisco. Cosa immagini succeda nel breve-medio periodo a questi settori? Senza esporsi troppo, si potrebbe pensare che questi mercati nei prossimi anni abbiano tassi di crescita importanti. Sei d’accordo?

Pensa al mercato e non al singolo titolo: bene, ora che hai capito di essere una persona autorevole, puoi iniziare ad avvicinarti ai mercati finanziari. Applica le tue competenze e conoscenze ai titoli quotati nel settore da te individuato. Sarai sicuramente in grado di riconoscere una news finta da una vera che magari è sottovalutata dal mercato.

Stock Picking: attenzione! Questa è l’attività più importante. Inizia a monitorare le aziende del mercato di riferimento e in base alle tue competenze seleziona le rispettive azioni. Una volta selezionate le azioni è arrivato il momento di una sana Analisi Fondamentale e Tecnica dei titoli. Non pensi di essere in grado? Bene, allora inizia sempre delle news (Google is your friend), stavolta non solo strettamente legate al mercato, ma all’azienda: comunicazioni Price Sensitive, accordi commerciali, azionisti, per poi arrivare ai bilanci, alle relazioni di medio periodo e ai commenti tecnici sul titolo.

Se sei un appassionato di Digital Marketing forse ti sarei accorto di alcune analogie tra i 5 punti indicati come regole base per investire in borsa e alcune azioni che stanno alla base di un piano di comunicazione Digitale: studio del mercato, web listening & monitoring, individuazione degli influencer, diventare autorevole in un tema specifico. Si, ti sembrerà strano, ma la strategia è questa e funziona anche per investire in borsa!

Nei prossimi articoli inizieremo ad analizzare i mercati che crediamo possano avere delle crescite importanti nei prossimi anni.